MISSION IMPOSSIBLE: TAVA

Dopo aver disputato la passata edizione dell’oringen, il nostro beniamino nonchè truzzetto mafioso alto-lombardo (basso) Luca Tavasci tenta di fare l’en-plain in appena 7 giorni di tempo.
Se infatti gira il detto che “chi ben comincia è a metà dell’opera”, possiamo dire che per il nostro Luca il momento più ripido e tortuoso comincia proprio ora; il mezzo punto che gli manca per terminare quella che può essere definita come un’epica impresa degna di posteri appare infatti ad oggi come una cronoscalata verticale senza corda nè imbrago. Aspettiamo grandi risultati da Tava che ci ha già confessato che in quest’edizione non si risparmierà come in quella passata e al party farà “tabula rasa”… Un in bocca al lupo al soldato Tava!
 

Coloro a cui questo articolo risultasse incomprensibile sono invogliati a rivolgersi direttamente al nostro cantastorie ufficiale Brusacristo per dettagli sulla scorsa edizione dell’O-Ringen.

3 thoughts on “MISSION IMPOSSIBLE: TAVA”

  1. Disponibile per chiarimenti.Bellà‚´articolo.Soldato Tava,mi raccomandi…questà‚´anno attendiamo un punto pieno…attendo notizie dal fronte…e non soffermarti sugli occhi,percheà‚´ come DICEVA il mio amico Dalen:”En guera ogni bus fa trincea”…

  2. Tava questa volta arriva alemno alla seconda frase, non farla scappare dopo un:’hai dei bei occhi’! Punto pieno!

Comments are closed.