GIRO DE LUMIGNAN

La gara che non ti aspetti, il giorno che non ti aspetti, con i protagonisti che non ti aspetti. Riassumibile così la corsa podistica "Giro de Lumignan" 2010 tenutasi lunedì 25 maggio ai piedi dei Colli Berici, nel vicentino. Protagonista inatteso Giancarlo Simion, che ha fatto meravigliare i favoriti e l'organizzazione stessa che non si aspettavano la presenza di tale campione. E il nostro non delude, partendo a 2'20 al km dietro all'altro favorito della gara, Diego Gaspari. I due battagliano fino all'ultimo giro, e solo nell'ultima salita il Gian deve cedere il passo a uno che non ha sulle gambe la Coppa Italia del giorno prima. Per lui un comunque ottimo secondo posto.

Attesissima e confermata invece la presenza dell'altro atleta vicentino in forma smagliante, in una delle sue rare uscite senza cappello di paglia. Stiamo parlando ovviamente di Michele Franco, portacolori dell'Atletica Caldogno che, dopo una gara di controllo, è riuscito ad imporre un ritmo forsennato nell'ultima parte della gara lasciando letteralmente sul posto i quotati avversari ricordando le imprese di Pantani al Giro. L'etiope di Caldogno è quindi giunto al traguardo in terza posizione non mostrandosi neanche del tutto affaticato e ha promesso che, vista la forma strepitosa, quest'anno punta ad un posto in nazionale di orienteering ai WOC di Trondheim.

Il dopogara è stato caratterizzato da qualche sana "bevuta vicentina" sfumata dalla sagra del paese; gli atleti, compresi i pilastri dell'Atletica Caldogno Paolo Mutterle (definitore del "punto Mutterle" all'Accademia della Crusca), Mariano Bigarella e Michele Cera, si sono recati alla celebre "Farmacia Alpina" dove hanno potuto lenire i loro dolori e risolvere i problemi con i sani medicinali offerti dagli autoctoni. La maggior parte di questi medicinali presentavano un colore rosso smagliante ed un grado alcolico compreso tra i 10 e i 15 gradi. Gli Alpini vicentini hanno uno strano concetto di farmacia…

 

Gli Autori: MicF e Gian