GIGIATE NATALIZIE IN ARRIVO

Prototipo berretto Skodeg-oCon lo sprint finale verso i 500 simpatizzanti della pagina Facebook dedicata al sito, il C.d.A. di Skodeg-o (quasi al completo) si è riunito Sabato scorso per decidere come muovere i prossimi passi sul piano del marketing.

Come spesso è accaduto in passato, con la proposta dei buff, delle tute da gara e da riposo, oltre che dell’intimo personalizzato, quest’anno è in arrivo un nuovo accessorio indispensabile per tutti coloro che (calvi o capello-muniti) desiderano proteggere la propria capa e mantenere i propri pensieri al caldo in vista dei prossimi mesi invernali. A parte il 21 Dicembre, quando è prevista l’apocalisse e potrebbe fare piuttosto caldo, il resto dell’anno oscillerà infatti secondo il Colonnello Giuliacci attorno alle medie stagionali, grado più, grado meno.

Il berretto di Skodeg-o è preparato semi artigianalmente da un famoso brand di moda trevigiano, che si occupa di berretti per snowboard dal design accattivante. Chiediamo cortesemente a tutti coloro che vogliono prendere il berretto di Skodeg-o, di cui si può visualizzare un prototipo appositamente preparato nella fotografia, di prenotarlo on-line prima possibile, in modo da fare l’ordine entro i primi giorni del nuovo anno, o addirittura prima. Il prototipo dovrebbe corrispondere al capo originale, a meno di qualche modifica che verrà scelta nei prossimi giorni; si pensava di mettere la riga  bianca sul quartultimo livello, anziché sul penultimo.

Il costo del berretto si aggirerà attorno ai 15 euro.

VOTA NICOLA COME TRAILER ITALIANO DELL’ANNO

Sul sito spiritotrail.it è possibile anche quest’anno votare gli Oscar del trail.

La novità è che tra i candidati come “miglior trailer italiano” c’è anche Nicola, vincitore di Cortina Trail, Camignada, Troi dei Cimbri e Trail degli Eroi.

La votazione è semplice e veloce.

Per votarlo andate a questo link

Si può votare una sola volta (viene richiesta la mail).

IL CON(S)IGLIO HA DELIBERATO: PUNIZIONE CORPORALE PER DALEN

Ieri sera, con grosso sgomento da parte di tutti, alla cena della sezione atletica mancava una delle pedine fondamentali nonché uno dei talenti più cristallini del movimento primierotto. Infatti ai tavoli della cena non si è presentato Dalen, che ha deciso di prendere parte alla Bevilonga, con deludente risultato annesso.

A lungo all’interno del consiglio direttivo si è discusso se fosse stato il caso di prendere una decisione in merito a questo comportamento a dir poco sconsiderato da parte dell’atleta di Mezzano nonché webmaster di innumerevoli siti internet.

La seduta straordinaria è stata ripresa dalle telecamere di skytg24 e messo oggi in rete, per permettere a tutti di seguire l’evolversi della situazione. Vi proponiamo quindi il video, senza anticiparvi le macabre conclusioni.

 

MARCO BEZZI RICONQUISTA LA DIGNITA’  PERDUTA

massino disprezzo

Ricorderete tutti quanto accaduto alcuni anni fa ai Campinati Italiani di CO a San Genesio, ma per chi si fosse perso qualcosa, ecco un rapido quadro della situazione. L’epilogo della giornata di puro sport fu una fotografia, scattata dalla vincente staffetta forestale intorno ad una panchina, dove giacieva il nostro eroe in posizione fetale quasi esanime, dopo i lunghi canti alpini intonati in nome del deo luppolo. A seguito di questo evento (e di una serie di altri avvenimenti che per motivi di decenza vengono qui tralasciati), Marco ZP Bezzi ha macinato per anni, nella sua testolina diabolica, un riscatto in grande stile, una sorta di sfida sul lato personale che gli permettesse di riprendere, paletta e secchiello alla mano, quella dignità ormai ormai dispersa a Jenesien.

L’occasione è arrivata puntuale come il taglio di una falce, sottoforma di un’interessante manifestazione guarda caso proprio a San Genesio: una gara di corsa in salita da Bolzano all’altipiano, circa 750 mt di dislivello per uno sviluppo di 3.500 mt circa. Nulla di particolare, direte… ma il dettaglio che la rende così interessante è la durata: 12 ore. Un efficientissimo servizio di trasporto avrebbe portato a valle i concorrenti ogni 10 minuti circa, per riprendere la risalita (i complimenti a tutta l’organizzazione sono obbligati, visto anche lo scopo benefico dell’evento).
Fonti non ancora confermate ci informano che Marco ZP Bezzi ha effettuato ben 11 risalite, per un totale di più di 8.000 metri di dislivello. La manifestazione si è conclusa domenica alle ore 7.00 del mattino, con Marco visibilmente provato e indebolito nel fisico, ma rinato dal punto di vista psicologico e oserei dire anche spirituale. Chi vi scrive non si assume la responsabilità di riportare quanto avvenuto dopo le ore 7.00, ma lascia spazio all’immaginazione 🙂
Articolo scritto da Giovanni Sonna in arte Sonda Joe

TRA FESTE E GARE… L’AUTUNNO DELLE SKODEGHE…

 

Finita la stagione estiva delle Skyrace e dell'orienteering inizia il periodo più critico dell'anno soprattutto per sopportare le numerose cene di classe/feste/raduni intercontinentali… ma niente fa paura ai nostri eroi e quindi è l'ora giusta per buttarsi in nuove sfide…

Iniziamo dal più rotondo del gruppo..Dalen ha deciso di perdere 50 kg di massa (tutto muscoli) e si è iscritto alla mezza maratona di un paese sconosciuto nonché senza senso di esistere sulla cartina che è Frangarto, vicino a Bolzano, il 13 pv. Lo scopo della gara è quello di arrivare in centro a Bolzano, rubare qualcosa a un qualsiasi mercatino di Natale e far ritorno a Frangarto con la refurtiva. In base al valore dell'oggetto rubato e al tempo impiegato verrà fatta una classifica che premierà chi ha il rapporto prezzo/tempo impiegato migliore. Questa dovrebbe esser la prima tappa di avvicinamento verso la sua prima maratona di Tromso .

Nicola, dopo ben 2 domeniche di riposo, si sente un po' inutile e ha deciso (dato che dovrà saltare la Bevilonga per impegni vari in terra friulana) di partecipare alla mezza di Palmanova il 20 pv con l'obiettivo a medio termine di f

are la maratona di Parigi il 15 aprile.

Giancarlo, che guardando i tempi sulle varie distanze sembrerebbe il più serio, ma se si guarda poi il rapporto alcool/sangue si cambia subito idea, dovrebbe fare il PB alla maratona di Torino, campionato italiano di specialità. Ha dichiarato che se non scenderà sotto le 2h20' tornerà a casa a piedi, seguendo naturalmente l'autostrada sulla corsia di emergenza con un cartello attaccato sulla schiena con scritto "INVESTITEMI".

Anche Pippo Ongaro (Ongarato per gli amici) ha deciso di calare qualche kg e buttarsi nella mezza, non sa ancora bene quale ma ha dichiarato che se non riesce a battere il tempo di Dalen correndo su una gamba sola appenderà le scarpette al chiodo.

Manuel invece, dopo l'infortunio ai campionati italiano (strappo al gastrocnemio) è tornato a correre, anche se non sa bene perchè… voci giurano di averlo visto lungo la ciclabile Mezzano – Fiera correre in retrorunning, potrebbe essere questa la nuova specialità che abbraccierà!

Olli Paolo Brusakristtu dovrebbe rientrare alla Bevilonga e infiltrati giurano di averlo visto allenarsi sulla A22 all'altezza del Brennero con gli skiroll.

ZP ormai è stato redento e il prossimo mese sarà beatificato dal Pontefice in persona.