M.O.C. 2008: BREVE RIASSUNTO

SPRINT à¢Ã‚€Â“ ORIA


Si parte con una sprint nello spettacolare centro storico della cittadina di Oria, tra Taranto e Brindisi. Centro storico che gode di alcuni scorci veramente unici, di stretti calli che rendono la cartina tecnicamente molto interessante, nonch&egrave di un fantastico castello situato strategicamente in posizione dominante sul centro storico in cima al colle dove si arrampica questà¢Ã‚€Â™ultimo. Giornata mite, quasi primaverile per queste parti.
Dopo una breve descrizione del paesaggio arriviamo alla gara. I primi atleti a partire sono i primi 10 elite presenti in ordine di punti nella lista del World Ranking (nessun italiano &egrave tra questi). Parti alte della classifica fatte da grandi nomi: vince il francese Gonon, secondo un buon Marco Seppi distaccato dal compagno di allenamenti di circa 20 secondi, seguono a ruota Giourgieu e Osterbo. Tutti gli atleti riscontrano problemi nel secondo giro (dopo il cambio carta) nel giardino del castello. Discreta la prova degli altri azzurri. Da segnalare nella categoria femminile la splendida vittoria di Michela Guizzardi che, nonostante qualche sbavatura, domina la gara femminile.
Podio Elite maschile nella prova sprint di Oria

LONG à¢Ã‚€Â“ PINETA DI LENNE


Sono sempre i francesi che dimostrano di essere nettamente superiori anche in questo periodo dellà¢Ã‚€Â™anno rispetto ad atleti sicuramente di livello assoluto. Ottima gara (poco appena sopra là¢Ã‚€Â™ora) quella portata a termine nella tecnica carta della pineta di Lenne da parte dei due compagni di nazionale Giourgieu e Gonon, che come se non bastasse trascinano un Osterbo ormai rassegnato alla terza piazza di questa edizione dei M.O.C. che partiva due minuti prima del campione del mondo e che &egrave stato acciuffato da un affamato re dellà¢Ã‚€Â™orienteering allà¢Ã‚€Â™inizio della gara. Mediocre la prestazione degli azzurri sia in campo maschile che femminile.

MIDDLE à¢Ã‚€Â“ BOSCO PANTANO


Gonon si riprende la rivincita su un Giorgieu che &egrave sembrato particolarmente affaticato e gi&ugrave di tono rispetto al solito, autore addirittura (cosa molto anomala) di un errore tecnico. Terreno completamente diverso dalle altre tappe, particolarmente facile e praticamente privo di dettagli, nel quale la direzione fungeva da tecnica sovrana. Molte le difficolt&agrave da parte degli atleti nellà¢Ã‚€Â™entrare in carta proprio perch&egrave la tecnica di orientamento, per quanto possa essere semplice, ad alta velocit&agrave &egrave sempre difficile da applicare, soprattutto in questo periodo della stagione. Questa volta gli atleti francesi sembrano un poà¢Ã‚€Â™ pi&ugrave umani rispetto alla gara a distanza lunga; nessun tempo impossibile da parte loro, certo, sempre il miglior tempo, ma sembra almeno che oggi siano scesi dalla loro astronave e abbiano appoggiato un piede sulla terra. Tempi molto vicini per gli atleti nelle primissime posizioni. Buona questa volta la prestazione degli atleti italiani che, nonostante quasi tutti abbiano sbagliato il primo punto del proprio tracciato, sono arrivati quasi a ridosso delle primissime posizioni.
Podio Elite femminile nella prova sprint di Oria

Discrete le prove dellà¢Ã‚€Â™atleta di skodeg-o Simion Giancarlo che, pur senza avere alcun picco nelle gare, ha portato a termine delle prove costanti e tecnicamente abbastanza buone. Là¢Ã‚€Â™atleta azzurro pi&ugrave in forma del momento resta indubbiamente Marco Seppi, dimostratosi veramente competitivo soprattutto tecnicamente.
Il raduno della squadra nazionale &egrave proceduto in parallelo con le gare del Mediterranean Orienteering Championship 2008, dopo ogni gara, infatti, gli atleti hanno avuto modo di stancarsi a sufficienza con allenamenti tecnici e carte sicuramente allà¢Ã‚€Â™altezza di un buon lavoro tecnico. Con là¢Ã‚€Â™importante appoggio dei tecnici (Whites, Giaime e ZP), che ringraziamo, il lavoro svolto &egrave stato soddisfacente. Un giorno passato ad allenarsi con i norvegesi porta anche i saluti a skodeg-o (e a Dalen) da Osterboà¢Ã‚€Â¦
Non ci resta altro che aspettare fine marzo per vedere tutti gli orientisti in azione in occasione della prima Coppa Italia! Buoni allenamenti a tutti.
Ulteriori informazioni e foto sull’evento pugliese di febbraio 2008 potete trovarlo sul sito della gara.

FLASH NEWS DALLA VASA!!

Oltre ogni aspettativa Manuel che chiude al 609 posto con 05:12:20, appena 3 minuti davanti a Dalen che finisce 691.
In ombra la prestazione di Iopo, che dopo metà  gara cede minuti importanti e finisce la gara in 1129 posizione con 05:34:15, precedendo Stefano Cristellon di 5 minuti al 1243 posto.
Un po pi๠staccato il fratello Carlo che chiude in 05:58:16 con un 1670à‚° posto.

Complimenti a tutti per aver finito i 90 km in terra svedese e per aver recuperato oltre 10000 posizioni dal numero di partenza (tutti oltre il 12000).