GREAT SPRINT FOR ANDREA SEPPI AT JWOC!

Andrea Seppi get an amazing 5th place at JWOC in sprint distance, just 7 seconds behind the bronze medal. Gold for Stepan Kodeda.

Here’s the unofficial top 6.

1.Stepan Kodeda Czech Republic 13:21 +00:00

2.Johan Runesson Sweden 13:22 +00:01

3.Sören Bobach Denmark 13:28 +00:07

4.Matthias Kyburz Switzerland 13:34 +00:13

5.Andrea Seppi Italy 13:35 +00:14

6.Artem Panchenko Ukraina 13:42 +00:21

Andrea’s is the best italian result ever. Better than the 9th place in Middle by Jonas Rass last year and even better that the 6th of Michele Tavernaro at WOC’s long distance in Japan!

Jonas Rass, finished 52nd. Seems not a good results for him but everyone knows that middle distance is more sweet for him!

JWOC SPRINT: ANDREA SEPPI FENOMENALE!!!

 

Sicuramente pochi ci avrebbero scommesso prima della partenza della gara sprint dei JWOC (Junior World Orienteering Championships) 2009 in Svezia, ma noi conosciamo tutti le potenzialità che Andrea ha ed è bastata solamente la gara di apertura per dimostrarle a tutto il mondo orientistico.
Andrea è giunto infatto quinto, a un solo secondo dal quarto, ma soprattutto lasciandosi alle spalle nomi illustri di atleti che hanno segnato la storia delle scorse edizioni dei mondiali juniores. Per la cronaca, uno Stephan Kodeda (Rep. Ceca) volante si aggiudica la prova sprint precedendo lo svedese Runesson per un solo secondo, e staccando il “piccolo” Bobach (Danimarca) di 7 secondi.

Prestazioni non troppo brillanti degli altri azzurri in gara, forse non proprio performanti nelle prove sprint quanto Andrea, ma siamo sicuri che potranno dare il massimo durante i prossimi giorni dove si entrerà veramente nei boschi svedesi e dove però, si presume, sarà anche molto dura la lotta per gli atleti “terroni” d’Europa. Godiamoci intanto questo fantastico risultato giunto, possiamo dirlo, un po’ come un grande respiro per il movimento orientistico italiano.

Domani giorno di riposo per poi spostare l’attenzione alla gara middle, ancora complimenti ad Andrea e speriamo che gli azzurri ci regalino ancora alcune soddisfazioni dalla Svezia.

STAVA SKYRACE, DOMINIO DI LARGER

E’ Paolo Larger a trionfare alla 3° edizione della Stava skyrace, gara di corsa in montagna di 20 km con un dislivello di 2000 metri.
L’atleta trentino in 2:10’35 ha preceduto Mikail Mamleev di quasi 2′.
Deludenti le prestazioni di Manuel (12à‚° in 2:24’16) e soprattutto di Hawk che dopo l’11à‚° posto del 2007 chiude solo 17à‚° in 2:33’27 (ben 11′ in pi๠dello scorso anno). Bella prova anche dell’atleta dell’Esercito Emiliano Corona che chiude al 15à‚° in 2:28’58.
Assente per problemi fisici uno dei favoriti Michele Tavernaro.

IL TRENTINO SI AGGIUDICA IL T.D.R. 2008

Dal fantastico e estivo Gargano il comitato trentino, un po’ zoppo per assenze importanti in questa occasione nei settori giovanile e assoluto, si aggiudica non proprio tranquillamente il Trofeo delle Regioni 2008. Due giorni di gare ad alto livello tecnico disputatesi nella carta della Foresta Umbra (ad un altitudine di circa 700 metri s.l.m.) che hanno offerto agli atleti una buona palestra di orienteering e una possibilità di competere anche con orientisti internazionali giunti per correre, durante una vacanza al mare, la 5 days of Puglia. Il Trentino dunque riconquista il trofeo con 1303 punti, davanti a Veneto (1222) e Lazio (1013),e si riconferma come regione di riferimento per il movimento orientistico in Italia. Vittorie parziali in tutti i settori (giovanile, assoluto e master), con una vittoria giocata sul filo dei punti nel settore giovanile, nel quale il Trentino ha vinto per soli 2 punti su una performante Lombardia.

Per il team skodeg-o hanno preso parte alla gara gli atleti Giancarlo Simion, Piero Turra, Aaron Gaio, Tommaso Scalet, Claudio Zanon, Marzo Bezzi, Carlotta Scalet e la nostra mitica mascotte Riky Scalet. Buona la prestazione di Gian che conferma il suo periodo di buona forma anche su un terreno particolarmente tecnico come quello della foresta umbra. Nota di merito ai fratelli Scalet freschi della convocazione meritata ai JWOC in Svezia (un “in bocca al lupo” da parte del nostro team!). Nota di demerito a Marco ZP, che con la schiena ancora non a posto, ha voluto dimostrare a tutti come non fare le capriole in acqua, con le conseguenze che si possono immaginare. Speriamo che il nostro cuoco guarisca presto e che possa ritornare a correre per settembre e soprattutto per la Bevilonga. Forza ZP!!

RESOCONTO JUKOLA 2008

per mano di un enologo che come scrittore non farebbe brutta figura…il resoconto della trasferta in terra finnica di skodeg-o.

scarica il racconto

GRAZIE BRUSACRISTO