JWOC 2008: ALLA DAGAR NY SUPERSTAR

Lasciate stare il titolo che non ha alcun senso…

JWOC svedesi all’insegna della svezia, infatti i gialloblu han fatto man bassa di medaglie; han vinto tutto le gare tranne la sprint (vinta da una danese del 92 e dal ceko Stepan Kodeda) e la middle femminile, vinta da Venla Niemi, finlandia. Gare discrete per gli italiani.

ZP (coach della nazionale assieme a Jimmy) sembra essere a suo agio nelle vesti di allenatore, organizza riunioni tecniche che per durata fanno invidia all’ultima finale del torneo di Wimbledon! Poi si lancia in commenti tecnici sugli atleti che non mostrano una tecnica soppraffina:”bocie, riva giò de quele breghe…“. Poi si trova a combattere con l’insolito caldo svedese, dopo essersi ustionato polpacci e avambracci decide di presentarsi sul campo gara vestito di una tuta quasi termica per ripararsi dai raggi UV, l’unica persona sui 1500 presenti!

Dopo la staffetta (stravinta dagli svedesi) i concorrenti si rilassano con qualche birretta e alcune chiacchere (Gian viene ricordato come ‘the party man’ dal nuovo campione sprint) durante la premiazione, in attesa della beer relay organizzata dal team New Zeland e poi del party, ormai diventato la sesta gara dei JWOC. Non abbiamo potuto presenziare al party ma sappiamo che Jonas è partito con un obbiettivo difficilissimo da raggiungere, non si hanno ancora notizie sull’esito dell’impresa!

Attendiamo un commento dal toro del Manghen per conoscere l’esito della sfida!

Come tutti sapranno il prossimo anno i JWOC saranno in Primiero, tutti invitati alla 5 giorni di contorno per seguire dal vivo le gesta della nostra squadra!

GNODOLINA 2008: SPUNTA GIAN

E’ cominciata ieri con la Gnodolina (gara di corsa in montagna a Sagron-Mis) la seconda edizione del Circuito Podistico del Primiero 2008 che, a differenza della scorsa edizione, sarà composta da 6 tappe e vedrà impegnati numerosi atleti prevalentemente valligiani fino a ottobre. Record di partecipanti per questa edizione che ha oltrepassato la soglia delle 200 presenze in una giornata forse non troppo bella dal punto di vista metereologico ma ideale per una bella gara.

Alla partenza si presentano numerosi atleti conosciuti del mondo orientistico come Carlo Rigoni (vincitore della scorsa edizione e detentore del record del percorso maturato 3 anni fa), Michele Tavernaro (che prenderà parte fra poco alla staffetta nella prima squadra italiana ai mondiali in Repubblica Ceca), Gian, Emiliano Corona (reduce da una più che lodevole prova nella Stava Sky Race), Denny Pagliari e molti altri. All’arrivo vince, un po’ a sorpresa, un ottimo Gian che conferma uno stato di forma ritrovato tagliando il traguardo con il miglior tempo (40’31” per i 10780 metri del giro) del percorso, inferiore di soli 4 secondi al record precedente di Carlo Rigoni. Dietro a Gian riempiono un podio che profuma tutto di orientamento Carlo Rigoni (distaccato di circa 1 minuto) e Michele Tavernaro (1 minuto e mezzo).

Prossima gara in programma per il Circuito sarà la “Speteme che rue” al suo debutto tra le “classiche” valligiane. Speriamo che questo Circuito possa confermare il buon livello atletico dell’anno scorso durante tutte le gare.

classifica completa