EOC 2010: LONG


Si è appena conclusa la regina delle prove del campionato europeo di orienteering 2010: la long. Ha vinto l'atleta che tutti si aspettavano sul gradino più alto del podio, ancor più date le condizioni del terreno particolarmente favorevole ad atleti molto preparati fisicamente piuttosto che tecnicamente (non che il vincitore di tecnica sia un cane!!). Daniel Hubmann quindi conquista la medaglia d'oro regalando alla sua nazione, la Svizzera, l'ennesima medaglia in questi EOC che dimostrano ancora una volta come gli elvetici siano ad oggi i più forti su qualsiasi tipo di terreno che non sia quello scandinavo. I doverosi complimenti vanno quindi all'intera spedizione rossocrociata, ai nostri "vicini". 

Prestazione abbastanza buona per l'azzurro Klaus Schgaguler che, non in ottime condizioni fisiche come dimostrato nelle ultime gare, è comunque riuscito a piazzarsi in una lodevole trentesima posizione; discorso diverso va fatto per Mamleev: l'azzurro è giunto al traguardo con una punzonatura mancante. Non ci sono notizie sicure riguardo all'errore in cui è incorso l'italo-russo, ma sicuramente, guardando le classifiche, si può facilmente dire che è in buona compagnia (mp anche per certi volti noti come Merz, Khramov e Gueorgiou…). Aspettiamo di avere notizie direttamente da Mikhail al suo rientro in Italia. Sul sito dell'organizzazione sono disponibili le classifiche della gara maschile; sempre sullo stesso sito si possono visualizzare i percorsi delle finali long di entrambe le categorie, femminile e maschile.

Nella gara femminile, anch'essa vinta dall'intramontabile Simone Niggli Luder (rossacrociata pure lei), prestazione anonima per l'atleta italiana del CUS Bologna Michela Guizzardi che conclude nelle retrovie, probabilmente vittima di qualche errore tecnico.

Questa sera ci sarà il banquet, dove siamo sicuri che gli azzurri, grazie anche all'onda positiva degli ultimi anni, non si tireranno sicuramente indietro!

EOC BULGARIA 2010: MIDDLE DELUDENTE

Si è appena conclusa la finale middle dei campionati europei 2010 di orienteering organizzati in Bulgaria.

La vittoria va a Valentin Novikov che rifila la bellezza di 1 minuto e 21 secondi a Matthias Merz e 1'27" a Daniel Hubmann. Si deve accontentare dell'undicesimo posto 'the king of middle' Thierry Gueorgiou.

I nostri non sono riusciti a brillare in questa finale: Mikhail Mamleev ha chiuso al 30° posto staccato di 4'44" dal vincitore mentre Klaus Schgaguler finisce 45° 2'37" dietro Misha.

Tra le donne grande vittoria di Simone nigli che rifila la bellezza di 1'59" a Signe Soes e 2'18" a Lena Eliasson.

Domani finale long, ricordiamo che di questa specialità Misha è medaglia di bronzo ai campionati modiali.

 

MAMLEEV IN VERSIONE RASTRELLO ALLA STAFFETTA

E' un Mikhail Mamleev in versione rispolverata, spaziale, aliena, quello che porta l'Italia agli EOC 2010 in un'ottima undicesima posizione, in rimonta, nella prova a staffetta, dopo una lunga volata chiusasi ad appena 16 secondi dall'ottava posizione. Il re senza erede, l'atleta dalla tempra d'acciaio, così si può definire l'italo russo dopo questa sua ennesima grande impresa per l'italietta orientistica che spesso vorrebbe essere competitiva ragionando come un amatore..

Onore al merito quindi, per il sudtirolese volante che di invecchiare non ci pensa neanche lontanamente e che, pur lavorando, riesce sempre a tenersi ad un livello orientistico e atletico straordinario.

Complimenti d'obbligo anche agli altri due compagni di staffetta, Giacomo Seidenari e Klaus Schgaguler, autori entrambi di una prova lodevole sotto il punto della continuità, nonchè al tecnico della nazionale: Jaroslav Kacmarcik.

Ora aspettiamo qualche altra soddisfazione dagli azzurri in trasferta in terra bulgara; i prossimi giorni infatti Primorsko sarà teatro della finale Middle, che vede qualificati sia Mamleev che Schgaguler per gli uomini e Guizzardi per le donne, e Long, dove correranno Mamleev, Schgaguler e forse (se si riprenderà dall'infortunio) Tenani negli uomini e ancora Guizzardi tra le donne.

Le classifiche delle varie competizioni sono disponibili sul sito dell'organizzazione.