TRANSCIVETTA 2012

 

pippo e dalen in discesa
pippo e dalen in discesa

Dopo cinque anni esatti Skodeg-O torna a correre la Transcivetta, skyrace a coppie che porta da Listolade ad Alleghe aggirando il CIvetta.

Skodeg-O schiera al via una sola coppia formata da Dalen e Pippo. Per Pippo si tratta dell’esordio in questo tipo di gare la la sua preparazione in vista dell’evento è stata molto puntigliosa e si sente pronto per affrontare la sfida. Dalen ha seguito una politica di allenamenti altalenanti che, come vedremo in seguito, non ha pagato.

Il giorno della gara il meteo non è dei migliori, piove tutta la notte e la mattina il cielo è coperto. Sperando che il tempo tenga le 600 coppie prendono il via. Dopo circa 10 minuti di gara comincia a piovere insistentemente e si sente anche qualche tuono, alcune squadre decidono che è meglio tornare indietro ma la maggior parte continua. Infatti la pioggia smette per lasciare posto ad un timido sole.

Dalen comincia ad accusare i primi segni della crisi dopo circa 12 minuti di gara ma crede che sia solo una sensazione passeggera e che prima o poi passerà, Pippo se ne accorge e decide di aspettare il compagno.

Nella salita verso il Tissi le cose peggiorano, l’avanzata di Dalen è paurosamente lenta, talmente lenta da indurre pippo ad ordinare polenta e spezzatino al rifugio per ingannare l’attesa.

Al Tissi si unisce al duo anche Nicola che è li come spettatore. Sulla salita successiva le cose non migliorano per Dalen, Pippo e Nicola si danno il campio nel spingerlo su verso la forcella.

Finalmente la salita finisce e Dalen abbozza un attacco in discesa, ma la pioggia ha reso il terreno scivoloso e le calzature scelte da Dalen non sono le migliori sul bagnato.

Dopo 3 ore e 13′ la coppia skodeg-o giunge sul traguardo tutto sommato soddisfatta del tempo finale.

La classifica finale si trova sul sito della gara.

Oggi una folta delegazione di Skodeg-O (tra cui Jonas, Gian, Carlo Cristellon, Michele Franco e Dalen) partirà per l’Ungheria alla volta della famosa Pannon Beer Relay.

SKY/TRAIL: WEEK END DA INCORNICIARE! NICOLA VINCE, MICHELE TERZO

 

Podio Trail Cortina

Non fatevi ingannare dal titolo, Michele non si è fatto battere dal “medanesc” ma il podio lo hanno guadagnato in due gare differenti, anche se molto simili.

Cominciamo dal primo:

week end di Lavaredo Ultra Trail, che per “quelli veri” vuol dire 120 km con 6000 D+ e partenza alle 22.00 di venerdì sera. Qui la storia è tutta spagnola, e noi non avevamo atleti al via. La giornata clou era per sabato 30, ore 9.00, con la partenza della Cortina Trail, in Corso Italia. In 600 hanno preso il via, tra i quali tre primierotti: Ernesto Bettega, Cristian Faoro e il nostro Nicola Giovanelli che aveva dichiarato di puntare a questa gara già da un paio di mesi. 

Si è da subito formato un gruppetto in testa con tutti i migliori (Lantermino, Moretton, Speranza, Dal Maso, Gerardini e il nostro Nicola). All’inizio della lunghissima val Tavenanzes Nicola ha anche avuto un momento che sembrava staccarsi per gestire la gara come al solito in progressione ma poi è stata ottimale la scelta di mettersi in testa e fare il ritmo. Dopo circa un’ora e mezza di gara è iniziata la prima selezione e al Falzarego si son presentati Nicola e Lantermino con un paio di minuti su Speranza e Moretton. Da li verso il Giau Nicola si è ritrovato da solo, senza peraltro aumentare il ritmo e ha attraversato il passo con circa 4′ su Lantermino e 8′ su Moretton. Dal Giau mancavano ancora due forcelle e poi la lunga discesa che portava a Cortina. Qui qualche problema di crampi ha costretto il nostro portacolori a calare il ritmo ma l’ottima gestione alimentare gli ha permesso ancora di arrivare all’ultimo scollinamento in testa. Infine, nonostante il vistoso calo negli ultimi 5 km è risucito a mantenere il vantaggio e, anzi, a incrementarlo, fino ai 12′ finali.

Cristian Faoro al suo debutto su questo tipo di gare chiude con un onorevole 51° posto, in poco più di 6 ore. Nesti finisce in circa 7 ore e mezza la sua fatica! Grandi tutti!!

Le classifiche complete su wedosport. Questo il podio con il tempo finale, passaggio al Falzarego e al Giau:

# Cognome / Nome Sex Finale
km 50.000
P.Falzarego
km 26.100
Passo Giau
km 32.700
Pos/sex Tempo Pos/sex Tempo Pos/sex Tempo
1010 GIOVANELLI NICOLA M 1 4:34:22 2 2:10:30 1 3:00:10
1002 LANTERMINO DANILO M 2 4:46:12 1 2:10:21 2 3:04:23
1004 MORETTON ANDREA M 3 4:50:01 4 2:12:13 3 3:08:31

Dall’altra parte delle Dolomiti, anzi, già in Lombardia, si è corsa ieri la Maratona del Cielo, con al via Titta Scalet, vincitore lo scorso anno e Michele Tavernaro.

Gara durissima con temperature elevate che ha fatto gran selezione fin dall’inizio. Il nostro Tavernaro è risucito dopo una gara regolare ad acchiappare il terzo posto, a poco più di un minuto di distacco da Pivk e Gotti. Per la cronaca della gara sportdimontagna.com