LA DISFATTA DI STOCCOLMA

Come annunciato sabato scorso Manuel e Dalen hanno preso il via alla Stockholm Marathon.

Entrambi partivano con l’obbiettivo del personale.

dalen_stockholmAlle ore 12.00 parte la gara, Dalen si mette in coda dei pacemakers delle 3h sperando di rimanere con loro fino in fondo. Ma le sensazioni non sono buone, già intorno al 15° km comincia a perdere metri e il ritmo rallenta. Poco prima del passaggio alla mezza maratona si spegne la luce, nel giro di 2km passa da un ritmo di 4’20” al km a 5’10” al km. La maratona si trasorma in una prova di determinazione, correre la seconda mezza in quelle condizioni non è facile. Al 23° Dalen pensa al ritiro, i taxi cittadini offrono il passaggio all’arrivo gratuitamente, perchè non approfittarne? Semplice, perchè fino al 29° km si corre in un parco e li i taxi non passano. Quindi avanti a correre!

Il ritmo continua a calare, al 35° km si sfonda il muro dei 6′ al km e le pause per stretching sono d’obbligo ogni due km!

Molto molto lentamente Dalen si avvicina allo stadio dove è posto lo striscione d’arrivo e finalmente riesce a concludere la maratona in 3h30’48” circa 31′ in più rispetto a quanto preventivato.

manuel_stockholmManuel parte regolare leggermente sopra il ritmo pianificato vista la durezza del percorso. Anche lui poco dopo la mezza maratona è costretto a rallentare il ritmo ma fino al 30° km non incontra grosse difficoltà.

Al passaggio del 30°km si le energie lo abbandonano, all’improvviso si trova a correre a 5’30” al km quando fino a poco prima girava a 4’15”. Qui cominciano i 10km più duri nella carriera di Manuel, anche lui viene tentato dal pensiero del ritiro ma tiene duro. Al 35° comincia a girarsi pensando che Dalen arrivi da un momento all’altro (non sapeva che il compagno di squadra versava in condizioni simili). Il passaggio al 40° km rinvigorisce Manuel che aumenta il ritmo e quanto meno riesce a chiudere sotto le 3h10′ in 3h08′.

Il commento a caldo dei due è unanime:

‘ Basta, questa l’e l’ultima ‘ (Basta, questa è l’ultima)

Ma da voci di corridoio e rumors vari sembra che ci stiano già ripensando.