MAMLEEV IN VERSIONE RASTRELLO ALLA STAFFETTA

E' un Mikhail Mamleev in versione rispolverata, spaziale, aliena, quello che porta l'Italia agli EOC 2010 in un'ottima undicesima posizione, in rimonta, nella prova a staffetta, dopo una lunga volata chiusasi ad appena 16 secondi dall'ottava posizione. Il re senza erede, l'atleta dalla tempra d'acciaio, così si può definire l'italo russo dopo questa sua ennesima grande impresa per l'italietta orientistica che spesso vorrebbe essere competitiva ragionando come un amatore..

Onore al merito quindi, per il sudtirolese volante che di invecchiare non ci pensa neanche lontanamente e che, pur lavorando, riesce sempre a tenersi ad un livello orientistico e atletico straordinario.

Complimenti d'obbligo anche agli altri due compagni di staffetta, Giacomo Seidenari e Klaus Schgaguler, autori entrambi di una prova lodevole sotto il punto della continuità, nonchè al tecnico della nazionale: Jaroslav Kacmarcik.

Ora aspettiamo qualche altra soddisfazione dagli azzurri in trasferta in terra bulgara; i prossimi giorni infatti Primorsko sarà teatro della finale Middle, che vede qualificati sia Mamleev che Schgaguler per gli uomini e Guizzardi per le donne, e Long, dove correranno Mamleev, Schgaguler e forse (se si riprenderà dall'infortunio) Tenani negli uomini e ancora Guizzardi tra le donne.

Le classifiche delle varie competizioni sono disponibili sul sito dell'organizzazione.

2 thoughts on “MAMLEEV IN VERSIONE RASTRELLO ALLA STAFFETTA”

  1. La posizione per nazioni è l’ottavo posto, ottimo soprattutto guardando le nazioni alle spalle degli azzurri. Comunque bravi, tutti e tre…

Comments are closed.