TIOMILA 2009

100921042009p1000870

Come per partecipare ad una semplice coppa italia in Lombardia lo skodeg-o team parte per la tiomila 9 ore prima del lancio, arrivati alla zona arriva resta solo il tempo per montare la tenda prima di veder partire la gara.

Si preannuncia una sfida spalla a spalla tra skodeg-o e gli amici dell Erebus Vicenza.

Per noi apre le danze Aaron, non una buona frazione per skodeg-o che perde oltre 20′ dai rivali veneti.

In seconda frazione parte Carlo che deve fare i conti con una caviglia slogata la sera prima di ritorno da una partita di calcetto. Dopo pochi istanti di gara Carlo si accorge che il suo problema non è la caviglia, ma la tecnica orientistica probabilmente lasciata troppo in soffitta a prendere polvere in soffitta. Risultato altri 29′ da mettere nello zaino del ritardo.

Beppe Bezzi aspetta Carlo per quasi un’ora partendo così, con un’ipotermia diffusa sul 74% del corpo, nonostante questo riesce a recuperare 3 minuti sull’Erebus Vicenza.

Beppe scende nell’arena e da il cambio a Stefano CRS Cristellon; a Stefano piace molto il bosco svedese, per questo ha scelto la frazione più lunga, la langa natta, per questo a deciso di rimanere in gara quasi 3 ore. Così skodeg-o riempie per bene lo zaino con i minuti di ritardo che diventano 70 tondi tondi!

Ma ZP, il veterano della situazione, tira fuori il coniglio dal cappello, dopo essersi addormentato sul tabellone delle cartine aspettando Stefano parte in quarta e stacca un tempo che ricorda le sue gesta degli anni passati, skodeg-o recupera così oltre 20 minuti sugli amici veneti e comincia a sperare nel sorpasso!

 

101021042009p1000858

Pin Roland non si aspetta una tale prestazione di ZP arrivando in ritardo al cambio, le urla disumane del cuoco solandro però richiamano subito il nostro 6° frazionista che parte senza problemi. Una gara pulita per il produttore di lettini da massaggio che riesce a limare altri 7′ alla squadra vicentina. Ora skodeg-o comincia a crederci anche se le cartucce migliori sono state già  sparate.

Vincenz non è al meglio della forma ma porta a termine la frazione senza grossi problemi perdendo solo 4′ dai vicentini.

Gli ultimi 3 frazionisti di skodeg-o partono con il lancio dei ritardatari, un fatto di cui non andiamo molto fieri… Giovanni Joe Sonna è il primo dei 3 a tornare dal bosco portando a termine i suoi 7km in 52 minuti e perdendo un minuto dal collega dell’Erebus.

Dalen conclude la sua frazione 6 minuti prima di Mariano Bigarella, 10° frazionista vicentino.

All’arrivo si sentono commenti del tipo:”se Tuzzi riuscisse a recuperare 40 minuti in 6km potremmo riuscire a battere l’Erebus!”..I sogni si infrangono quando scopriamo che il 9° frazionista Erebus ha rifilato la bellezza di mezz’ora al nostro Tuzzi.

Ecco la tabella dei tempi delle 2 squadre:

Nome Tempo Nome Tempo
            Aaron Gaio
            01:45:24
            Tom Herremans
            01:24:28
            Carlo Cristellon
            02:02:21
            Antonio Franco
            01:33:05
            Giuseppe Bezzi
            01:07:20
            Cristian Bellotto
            01:10:04
            Stefano Cristellon
            02:54:27
            Michele Franco
            02:34:19
            Marco Bezzi
            56:44
            Simone Gambini
            01:17:34
            Roland Pin
            01:10:05
            Dario Stefani
            01:17:38
            Vincenzo Crippa
            01:20:04
            Cosimo Guasina
            01:16:04
            Giovanni Sonna
            54:22
            Alberto  Simionato
            51:11
            Fabio Dalla Riva
            01:22:25
            Andrea  Furlani
            53:51
            Daniele Orler
            01:20:39
            Mariano Bigarella
            01:26:32
Totale
            14:53:51
Totale
            13:44:46

 

 

100821042009p1000872

MICHELE TAVERNARO SI PRENDE LA O-MARATHON 2008

175204082008folgaria

Successo nella gara più lunga della stagione (quasi tre ore per i primi atleti elite maschili) per il gran visir di tutte le skodeghe Michelino Tavernaro. L’atleta del Gronleit Orienteering Team è riuscito, dopo esser partito con circa un minuto di ritardo da Forte Cherle rispetto ai primi dovuto a una mediocre prestazione nel prorogo sprint di ieri a Folgaria, a prendere il treno dei battistrada Giancarlo Simion e Jonas Rass dopo circa un’ora di gara, prima del primo cambio carta; con una scelta di percorso alternativa agli altri due è poi riuscito a formare un divario di un paio di minuti che gli hanno permesso di condurre una gara in solitudine fino a Folgaria. Secondo posto per il crucco Jonas Rass che precede di poco Giancarlo Simion. Dietro arrivano Dallavalle Roberto, Lorenzino Vivian, Aaron Gaio e tutti gli altri pochi ma buoni atleti presenti oggi sull’altopiano. Sono disponibili gli intertempi della gara sprint e quelli della long.

 

Un complimentone a tutta l’organizzazione che è riuscita veramente a far divertire gli atleti in gara nonostante l’estrema lunghezza dei percorsi e la fatica patita da tutti i corridori  (eccezione fatta per Lucia Curzio..).

 

Una vera corsa da duri.. Un complimento a tutti gli atleti che sono partiti e soprattutto a quelli giunti al traguardo (anche dopo 5 ore di gara), sperando in una più folta partecipazione per il prossimo anno dato che ne vale veramente la pena. La prossima edizione della O-Marathon parterà  da Millegrobbe.

RESOCONTO JUKOLA 2008

per mano di un enologo che come scrittore non farebbe brutta figura…il resoconto della trasferta in terra finnica di skodeg-o.

scarica il racconto

GRAZIE BRUSACRISTO

GIRO D’ITALIA: IL TORO DI PAMPEAGO!!

210925052008jonssss

Certamente tutti avranno sentito almeno qualche voce durante questo fine settimana che affermava di aver visto in diretta durante la tappa del Giro d’Italia 2008 di sabato un toro scatenato e ammutandato correre per un paio di minuti davanti al drappello degli uomini di classifica.. Forse le prime voci arrivate da Bezzi Marco in diretta da un bar non erano poi così attendibili, ma con un insieme più ampio di sorgenti siamo riusciti a ricostruire i fatti.

Ebbene, c’è arrivata la conferma ufficiale dal diretto interessato che sì, l’uomo abbronzato dalle lunghe corna (e corno per le fans…) era proprio il mitico atleta orientista Jonas Rass che si è dilettato (probabilmente dopo aver fatto abbondanti rifornimenti ai pit stop di Pampeago) percorrendo una parte di salita a braccetto con tutti i più forti ciclisti del giro.

Parte ora la caccia al video, il primo che lo trova su Internet è pregato di avvertirci e di condividerlo con tutta la comunità  di Skodeg-o.

195725052008toro

 

MITTICO JONS!!!

RISULTATI SUPERMEGACOMBINATA SKY-SKI-SKAI RACE

La leggenda vuole che a Mezzano di Primiero (sede legale di skodeg-o) si sia bloccato lo sviluppo delle tecnologia per un periodo equiparabile a trent’anni. Per questo la classifica finale della megacombinata, che per il 2007/2008 prevedeva una skyrace e due granfondo, è stata elaborata solo ora. I nostri sistemi informatici (datati 1978) hanno avuto qualche difficoltà con i riporti delle addizioni.

Comunque, nonostante queste avverse condizioni tecnologiche, ecco a voi gli atleti più resistenti di skodeg-o:

La classifica è data dalla somma dei tempi di Transcivetta, Marcialonga, Vasaloppet.

Manuel 11h57’45”
Dalen 12h18’35”
CRS 12h50’13”
Iopo 12h51’03”
Carlo 13h55’36”

Da notare come dopo oltre 12 (dodici) ore di gara CRS riesca a soppravanzare Iopo di soli 50″.

Queste le dichiarazioni di CRS dopo aver saputo dell’ottimo 3° posto: “Sono molto contento di esser riuscito a battere Iopo! Perchè anch’io come lui e lui come me…cioè insomma…si siamo degli alpini e ad un alpino piace sempre battere un alpino….ho avuto un pò di timore per l’esito finale della sfida quando (in Svezia), siamo andati a dormire nella KlubbHouse offerta dal Vicktor…quel posto mi ricorda che i nemici possono essere più forti di te, soprattutto quando no si combatte su terreni familiari.” – l’intervistatore fa notare a CRS che Iopo ruppe un bastoncino durante l’ultima sfida-“ah…. si…..scusi mi suona il telefono…si pronto? si..sii…ok arrivo subito….mi scusi mi chiamano per riparare una caldaia. Salve”

173921052008P2290964